ELKOST International Literary Agency

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

JUST PUBLISHED: Krokodil by Marina Akhmedova in Italy

E-mail Print PDF

Copertina-KrokodilKROKODIL by Marina Akhmedova translated by Dario Magnati was released in Italy by Odoya/Meridiano Zero.


 Un recentissimo romanzo che affronta con piglio giornalistico e insieme grande personalità stilistica un argomento scomodo e scottante di grande attualità: la diffusione in tutta la Russia del “krokodil”, o desomorfina: micidiale droga iniettabile a base di codeina e altri farmaci da banco che, nel giro di poche settimane di utilizzo, si “mangia” letteralmente pelle e carne umana, decomponendo il corpo con ulcerazioni dall’esito letale.
Marina Achmedova approda alla forma narrativa dopo che un suo coraggioso articolo sull’argomento ha scatenato nei suoi confronti un immediato vortice di censura e persecuzione legale. Solo la diffusione di questo romanzo potrà denunciare al mondo intero l’impressionante scenario di crisi umana ed economica, mancanza di ideali e obiettivi che caratterizza, oltre alla Russia di Putin, gran parte del mondo occidentale odierno. Un’esigenza di raccontare che nasce dall’esperienza “sul campo”, nei nuclei urbani di Ekaterinburg che sono stati i “focolai” di irradiamento di questa nuova droga alla portata economica di tutti, e di cui si sono già registrati numerosi casi di addiction anche in Europa.
Come in una sceneggiatura, nel romanzo viviamo la quotidianità di una piccola comunità legata all’utilizzo e alla preparazione del composto: più volte al giorno l’ossessionante rito e i suoi officianti, le responsabilità e i sospetti reciproci, in un alternarsi di effetti immediati e collaterali, fasi di sballo e di astinenza, lucidità e annebbiamento, desolanti motivazioni e profonde implicazioni. Seguendo i destini di due sorelle che si fanno archetipo di una femminilità odierna negata nella sua più arcaica essenza procreatrice… e che non smettono mai di interrogarsi sul “perché il serpente andò da Eva”.


Dall’abile penna della più audace giornalista russa, il primo romanzo-verità sulla micidiale “droga che ti mangia”.

Un agghiacciante racconto di addiction e vite disperate in cui il reale, spietato protagonista è il krokodil stesso, più tentatore e micidiale del serpente biblico.

Uno stile narrativo di grande personalità, che ricorda un incalzante montaggio cinematografico.